Impianti d’allarme

Impianti d’allarme

Un sistema d’allarme è un dispositivo che ha il compito di rilevare ogni tipo d’intrusione all’interno di un ambiente e, una volta rilevato, deve essere in grado di avvertire chi di dovere e nel modo più adeguato.

Nella progettazione di un impianto è di fondamentale importanza puntare sulla qualità dei suoi componenti (la centralina di allarme e sensori), altrettanto importante è la scelta degli attuatori d’allarme. Il cuore dell’impianto è la centralina d’allarme, tutti gli altri dispositivi fanno capo ad essa, si occupa dell’alimentazione ed è la sede della memoria di programmazione dell’impianto. E’ proprio per la centralità della centralina che Storchi Maurizio ha scelto di installare solo impianti della migliore qualità.

I dispositivi che si occupano di rilevare l’intrusione vengono denominati sensori o rilevatori, possono essere sia volumetrici (via filo o infrarossi) che permettono di rilevare la presenza di una persona all’interno dell’ambiente, sia perimetrali (cioè tengono sotto controllo il perimetro dell’ambiente e un’eventuale oltrepassaggio di questo).

Gli attuatori sono quelle componenti dell’allarme che hanno il compito, nel momento in cui ricevono il segnale dalla centrale, di comunicare, nel più breve tempo possibile e nel modo più diretto e sicuro, l’avvenuto allarme. Al giorno d’oggi come attuatori si utilizzano sirene e combinatori telefonici. Le prime hanno il compito di far capire all’intruso che la sua presenza è stata rilevata e di attirare l’attenzione di chi si trova nelle vicinanze, mentre il combinatore telefonico è un dispositivo che comunica l’avvenuta infrazione, utilizzando la linea telefonica, tradizionale o GSM, chiamando numeri preimpostati e ripetendo il messaggio registrato nel momento della sua installazione.